Il Convitto Oggi

Con l’apertura dell’Istituto Alberghiero decretata dall’USR Lazio il 7 gennaio 2016 il Convitto Nazionale di Tivoli ha estesol’attività educativa e formativa anche alla Scuola secondaria di II grado,abbracciando così entrambi i cicli del sistema scolastico dell’istruzione nazionale.

Il primo effetto positivo lo ha determinato proprio l’utenza scolastica dellaScuola alberghiera, che ha riacceso la domanda del servizio di residenzialità e ne ha consentito così laripresa,dopo oltre venti anni di chiusura, riportando il Convitto di Tivoli al rispetto dei decreti istitutivi dei convitti nazionali.

Il secondo effetto positivolo ha determinato il numero complessivo degli iscritti alle scuole interne del Convitto, cheha oltrepassato le 600 unità, soglia stabilita per il dimensionamento delle strutture scolastiche. Ciò ha permesso al Convitto dall’anno scolastico 2016/2017 di riacquistare lo status di “autonomia” e tornare ad avere dopo quattro anni di reggenze un Dirigente Scolastico (Rettore) e un Direttore dei servizi amministrativi (DSGA) titolari.

Pertanto, quello centrato dal Rettore prof. Antonio Manna, dopo solo pochi mesi dall’insediamento in qualità di reggente al Convitto Nazionale di Tivoli, è un obiettivo triplice e di portata storica. Era ciò che tutti coloro che hanno a cuore il Convitto si auguravano, per scongiurare la chiusura dell’istituzione educativa fondata nel 1889, la più antica di Tivoli.

Un crescendo di iniziative avrebbe da quel momento pervaso le scuole interne al Convitto caratterizzando il biennio 2015/2016 e 2016/2017.

 

La grandezza e l’unicità dell’istituzione Convittuale sta nella capacità di tutti gli operatori che lavorano all’unisono e in un “tempo unico” di coniugare la cultura e le tradizioni sia con il presente, difficile e complesso, sia con il futuro, possibile e speciale.

La terrazza su Villa d’Este e su Villa Adriana, simboli Unesco della Città d’Arte, non sono solo un escamotage linguistico ma rappresentano un manifesto d’intenti nell’ambito multidisciplinare delle opportunità formative che l’Istituto ha iniziato ad offrire all’utenza. Lo studio delle lingue: inglese, francese e cinese, con il conseguimento delle certificazioni riconosciute a livello internazionale, ne sono un esempio.

Già nell’anno di reggenza 2015/2016 il Rettore Manna con l’ausilio prezioso di tutto il personale scolastico ha affrontato le questioni rimaste in precedenza aperte. Per quanto riguarda la sicurezza e l’igiene alimentareè stata ottenuta l’approvazione del menù di mensa comunitaria all’Azienda sanitaria Locale RM 5- ex RM G (ALS), ed è stata disciplinata la gestione e la compartimentazione dei pasti per alunni con intolleranze alimentari. Inoltre, è stato elaborato il nuovo documento di analisi dei rischi per l’igiene e la sicurezza di alimenti e bevande(HACCP Hazard-Analysis and Critical Control Points), con il raggiunto obiettivo di garantire la massima efficienza e qualità nel servizio mensa attraverso l’adozione di misure di prevenzione dei rischi per la sicurezza alimentare. I Medici Nutrizionisti e gli Ispettori del Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’ASL hanno quindi sottoposto ad Audit la mensa del Convitto con un esito pienamentefavorevole, la certificazione della qualità del nostro operato (documentazione consultabile presso gli uffici di segreteria).

Nello stesso anno il complesso scolastico è stato oggetto di vari interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi, nel mese di Luglio 2016si è finalmente ottenuto il collaudo finale dei Vigili del Fuoco: il Convitto ora è dotato di tutte le certificazioni di conformità necessarie.

Nel corso dell’a.s. 2016/2017 tutta la struttura scolastica e in particolare, per la sua rilevanza, il servizio mensa si sono arricchiti del servizio di raccolta differenziata. Ciò è stato favorito da un’altra innovazione apportata dal Rettore Manna: l’inserimento del Self Service nel refettorio. Si tratta di un’innovazione attesa da anni, che verrà svolto dall’a.s. 2017/2018 anche nelle classi e negli uffici, che ha già semplificato la divisione durante il pranzo dei resti del cibo, dividendolo dalla carta e dalla plastica. Un aspetto di portata educativa enorme nei confronti di una tematica molto importante relativa alla gestione comunale e territoriale dei rifiuti e del loro riciclaggio. Il Self Service ha inoltre liberato personale da poter disporre sui piani della scuola primaria per la necessaria vigilanza.

Altri interventi nel corso del 2017 sono stati il front office per l’accoglienza turistica, vero e proprio laboratorio vetrina dove i ragazzi si misurano anche con turisti veri che scambiano la nostra portineria con l’entrata di Villa d’Este…; interventi all’impianto elettrico per l’illuminazione artistica della facciata principale dell’edificio – compresa la ristrutturazione della stessae del cornicione -, del porticato del cortile interno e del giardino, visibile dalla Panoramica e vero e proprio terrazzo su Villa d’Este; rifacimento dei servizi igienici dell’Aula Magna e del Guardaroba; adeguamento della sicurezza negli ambienti lavorativi della mensa scolastica; acquisti di servizi, posate, tovaglie piatti e bicchieri per la scuola alberghiera; sostituzione degli infissi e installazione di impianti di aria condizionata negli uffici amministrativi;

Nel frattempo sono stati programmati gli interventi per la realizzazione del laboratorio di cucina edella sala vendita – bardedicati alla scuola alberghiera.

Per il nuovo anno scolastico 2017/2018, l’impegno è proseguire l’attuazione del Piano dell’offerta formativa triennale, rafforzando le attività previste dall’Atto di Indirizzo emanato dal Dirigente Manna. Le linee direttrici restano le stesse: l’internazionalizzazione con il potenziamento dell’Inglese, Francese e Cinese con le certificazioni linguistiche; l’innovazione tecnologica con l’introduzione graduale dell’iPad nella didattica delle classi prime della scuola media; l’inclusione scolastica; l’apertura e la sinergia con le Istituzioni della Città del territorio; il potenziamento delle attività logico-matematiche con i corsi di scacchi e di eccellenza matematica; il potenziamento delle attività musicali con il Coro e l’insegnamento degli strumenti musicali; il potenziamento delle attività sportive.

Per concludere un cenno speciale va dedicato alla preziosa collaborazione delle famiglie dei nostri alunni. Queste sono una risorsa importante che insieme alla complessità del sistema scolastico rappresentato nel Convitto di Tivoli, contraddistingue l’azione educativa e formativa delle nostre scuole.

In tal senso la mission dei convitti coincide con quelli di tutta la scuola pubblica, per la quale l’essere cittadine e cittadini dà nel concreto a un paese la possibilità di essere una democrazia e un popolo.

L’azione educativa del Convitto di Tivoli pertanto, si ispira alle eredità culturali, religiose e umanistiche dell’Europa: cittadinanza, democrazia, popolo, diritti e doveri; al fine di rendere i suoi alunni come semi di un futuro, per la prosecuzione del processo di integrazione europea.

Iscriviti al ConvittoISCRIVITI ORA